I calendari delle star

Rivoglio le bellone degli anni 70. Le Fenech, le Cassini. A me questi calendari che hanno preso piede negli ultimi anni paiono tutti uguali. Tra rimodellamenti vari ed effetti di photoshop mi sembra sempre la stessa tipa con una faccia diversa. Trovo più eccitante un vecchio numero del Postal Market.

Se poi c’è una cosa che non sopporto sono quelle che fanno i calendari… ma per beneficenza.
Sì, ho fatto questo calendario, ma tutto il ricavato andrà alla ricerca sul cancro. Wow, favoloso, grazie ai loro calendari possiamo sperare di salvarci la vita. Quest’anno, quando puntuale mi arriverà nella cassetta delle lettere il bollettino dell’Associazione Italiana Ricerca sul Cancro per fare la donazione, al posto dei soldi gli spedirò delle polaroid del mio culo.