Ultim’ora

Il mondo è terrorizzato da quando è stata comunicata la notizia di un gatto trovato morto sull’isola Ruegen, vicina alla costa settentrionale della Germania, a causa dell’influenza aviaria. Come tutti sanno, sull’isola di Reugen raccolgono gatti morti e li analizzano in laboratorio.

E’ importante tranquillizzare gli italiani sulla sicurezza del gatto nostrano. Il gatto italiano mangia solo prelibati gourmet da 1,20 € a scatoletta e non mette in bocca nessun uccello, nemmeno durante le tipiche serate dell’ammore nelle quali miagola sotto le finestre della gente per bene rompendo non poco i testicoli.
Quando il gatto italiano muore, muore sulla strada, perché ha una strana usanza: se sta attraversando ed è già quasi dall’altra parte della strada, appena vede sopraggiungere una macchina torna indietro e va dall’altra parte. E muore investito!

Insomma, italiani, non fatevi spaventare come vostro solito da tutto questo allarmismo e niente paura: il gatto italiano è sicuro!

Infine, per fare la sua parte e convincere il popolo che sull’aviaria si fa del terrorismo, Lamberto Sposini, vicedirettore del Tg5, questa sera mangerà un gatto in diretta nell’edizione delle 20 del Tg5.


Cronaca vera/nera, Va tutto bene Bookmark
Follow by Email
Facebook
Google+
Twitter

6 Commenti

  1. Anonymous 3 March 2006 / 15:42

    Forse è il gatto del romanzo di Sepulvèda.

  2. Seamus 3 March 2006 / 16:25

    ..mi sa che bisogna fare attenzione alle gatte… quelle è più frequente che abbiano l’uccello in bocca… :-)

  3. BloggoIntestinale 5 March 2006 / 15:55

    Grande!

  4. Anonymous 6 March 2006 / 17:26

    Sepulchi?

    Guarda che qui ce sta gent ‘gnorante, mica semo letterati come te.

  5. Niccolò 8 March 2006 / 15:56

    La battuta finale l’ha fatta pure la Letizzetto da Fazio domenica sera.
    Sei sempre troppo avanti Matteo ;)

    Non ho mai avuto modo di “ringraziarti” per avermi citato in una Home Page di ciniconet dopo la questione dell’Era della Tecnologia e Beppe Grillo.. io sono il Niccolò che per primo ti diede la pacca sulla spalla per rincuorarti..
    il mio Ego ancora si gongola! :DDD

  6. uomomagro 10 March 2006 / 01:47

    Forse un pò in ritardo, ma voglio unirmi alle lodi e ringrziare il “caso” che mi ha fatto inciampare nel tuo sito.
    Sono ancora a corto di argomenti, ma prometto di allenarmi (senza sostanze dopanti) e tornare più informato che mai.
    Un saluto a tutti mentre continuo a mangiare il mio pollo avariato.
    Um_

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *